Cerca
  • rossi susanna

Il 2018 ci ha reso Freddie Mercury e il buon senso!

Bohemian Rhapsody: best gift ever ( scroll for Englis version)




So che di solito nel mio blog parlo di bambini e " cose da mamme" , ma non posso esimermi dal parlare di quanto questo film , che mi ha riportato indietro di 27 anni a quella domenica, quando il tg annunciava la morte di Freddie Mercury. Avevo solo 15 anni, conoscevo Mercury perché ascoltavo ripetutamente Innuendo, l'ultimo disco dei Queen. Nel mio walkman c'erano sempre canzoni sue insieme a quelle di Michael Jackson e Bon Jovi. Ci rimasi malissimo ovviamente e la notizia della sua sieropositività data solo il giorno prima mi aveva sconvolto: a quell'epoca, quella malattia mi scioccava. In quegli anni "gli adulti" dicevano che se ti beccavi l'Aids era perché eri un drogato oppure eri Gay. Avevo solo quindici anni e nella mia mente riecheggiava il termine AIDS a ripetizione: io non credevo che i gay andassero puniti con una tale crudeltà, puniti per cosa?? e poi perché mai avrebbero dovuto vivere un calvario così atroce? A dire la verità nessun essere umano si merita una morte tanto dolorosa ma quello che pensavo io non contava: Freddie non c'era più! Era morto forse perché era stato sconsiderato? punito da un'entità superiore? Punito da Dio? O solo molto sfortunato? Era colpa dei suoi eccessi, dicevano. Era colpa degli anni settanta e dell'approccio libero al sesso promiscuo , ripetevano i sociologi! Era colpa sua.. era tutta colpa sua e della sua ambiguità.

La sua musica continuò ad essere suonata anche negli anni a venire ma di lui si parlò sempre meno : era stato un genio, dicevano tutti, un genio sconsiderato ed è morto per la sua condotta immorale! Mancava solo che dicessero che " se lo è meritato " e poi avrebbero chiuso il cerchio della caxxate dette su di lui.

Sono passati 27 anni da quel giorno che scioccò il mondo e la mia testolina di adolescente; grazie a Dio l' HIV oggi come oggi si tiene sotto controllo, grazie a Dio un ragazzo Gay non viene più additato come un essere immorale che merita la peggiore punizione e grazie a Dio hanno prodotto "BOHEMIAN RAPSODY" . Il film , ha riportato alla nostra mente e nei nostri cuori quell'uomo pazzesco, con una voce unica e direi anche belloccio ( mi hanno sempre detto che ho gusti strani ma io lo ho sempre trovato bello), permettendo alla gente di fare pace con Freddie, di imparare a conoscerlo per quello che era e non per quello che rappresentava, per il personaggio che aveva creato o peggio ancora per le fandonie dei perbenisti . Le feste, l'abbigliamento eclettico, la sua omosessualità , le sue fragilità ... tutto è stato riportato sullo schermo e se a tratti la storia ha risvolti quasi romanzeschi , il ritratto è molto fedele a quello che lui fu in vita ed è grazie a questo BIOPIC che è scattata la magia : FREDDIE è tornato, ci è "entrato dentro" grazie a Bohemian Rapsody, a Rami Malek (interprete incredibilmente bravo) e questa volta non va più da nessuna parte perché nel 2018 non c'è spazio per le recriminazioni, non c'è discriminazione sessuale, non c'è spazio per tutto questo schifo.

Finalmente alla luce dei nostri tempi , la gente ha capito e ha visto la sua morte con dispiacere immenso e non come un castigo dovuto. Freddie è finalmente tornato e starà per sempre li nel cuore delle vecchie e nuove generazioni

Welcome back Freddie, ci sei mancato splendore !


English Version

On my Blog I usually talk about children and mom's affairs, but today I would like to talk about the amazing Bohemian Rhapsody! This film brought me back to that Sunday, when the news announced the death of Freddie Mercury. I was only 15 years old, I knew Mercury because I repeatedly listened "Innuendo" (Queen's last record). In my walkman there were always his songs with those of Michael Jackson and Bon Jovi. I was very shocked : in those years "adults" said that if you caught AIDS, it was because you were a drug addict or you were gay. I was only fifteen years old and in my mind echoed the word AIDS continuously : I did not believe that gays should be punished with a such cruelty; punished for what? why should they have to live a such horrible disease? No human being deserves such a painful death.

What I thought did not matter: Freddie was gone! Another question was echoed in my mind: Why? punished by a higher entity? by God? or was just very unlucky?

"The fault is of his excesses", adults said! "It was the fault of the seventies and the free approach to promiscuous sex", sociologists repeated! It was his fault ... It sounds like "he deserved it" ! I was shocked by this shit!

His music continued to be played but the press stopped to talk about him: "he had been a genius", they all said," a great genius and he died for his immoral conduct! "

27 years ago this news shocked the world and my teenage head; thanks God HIV today is kept under control, thanks God a Gay man is no longer held up as an immoral being who deserves the worst punishment and thanks God "BOHEMIAN RAPSODY" is in theatre to show us who really was Freddie Mercury. The film, brought back to our mind and hearts, that crazy and handsome man, with a unique voice, allowing people to know what he represented, the character he had created and the man he really was.

The crazy parties, the eclectic clothing, his homosexuality, his frailties ... everything has been brought back to the screen and if the story has almost romantic features, the portrait is very close to reality and it's thanks to this BIOPIC that the magic has taken place: FREDDIE is back

He is back thanks to Bohemian Rapsody and to Rami Malek also (a very good performer) Finally in 2018 people have understood who he really was and saw his death with immense regret and not as a punishment due. Freddie is finally back and will be forever in the hearts of the old and new generations. Welcome back Freddie, we missed you gorgeous!



65 visualizzazioni1 commento